Business
Leave a comment

Distrazione: come sconfiggere il nemico N.1 del network marketer

Il network marketer professionista gestisce lo sviluppo del suo business in modo totalmente indipendente. Questo, che rappresenta uno dei vantaggi più straordinari del lavorare nel network marketing, può trasformarsi, tuttavia, in un problema più o meno serio perché non tutte le persone sono in grado di essere produttivi lavorando da casa o da dove si vuole senza che nessuno controlli o solleciti il loro operato.

Lavorare da casa richiede certamente un livello di concentrazione diverso rispetto allo svolgere un’attività in un luogo preposto esclusivamente al lavoro. Se sei già un network marketer sai perfettamente di cosa sto parlando, mentre se stai per cominciare questa avventura professionale scoprirai presto quante tentazioni e distrazioni nasconde, ebbene sì, proprio la tua casa. Ad esempio: 

  • LA SVEGLIA

Avere la possibilità di scegliere a che ora svegliarti al mattino non vuol dire che potrai poltrire tra le lenzuola fino all’ora di pranzo. Lavorare da casa ha il grande vantaggio di evitarti di alzarti alle prime luci dell’alba, di fare colazione trafelato per non perdere l’autobus o di rimanere bloccato nel traffico dell’ora di punta; tuttavia, devi necessariamente alzarti dal letto a un orario che ti consenta di rendere produttive anche le ore utili del mattino e mettere in agenda il lavoro online, appuntamenti con potenziali collaboratori e clienti o la formazione con il team.
Ricorda: il mattino ha l’oro in bocca anche, anzi soprattutto, per i network marketer.

  • LA TV

Conosco perfettamente l’impulso irrefrenabile di voler vedere una puntata della serie TV preferita, e poi un’altra e un’altra ancora e dirsi ogni volta che sarà l’ultima. Poi però fai lo gnorri e ti chiedi per quale strano fenomeno della fisica le sette del pomeriggio arrivano in un soffio, accompagnate dalla frustrazione di non essere riuscito a trovare il tempo per lavorare. Se sei un network marketer motivato e determinato a raggiungere obiettivi di successo, devi imparare a programmare in agenda anche le attività di intrattenimento (guardare la tv, fare sport, leggere, incontrare gli amici), definendo per ognuna la durata e la giusta priorità.
Ricorda: ogni lasciata è persa e ogni giorno che passa porta via con sé opportunità che non tornano più.

  • IL TELEFONO

Quando amici e parenti sanno che lavori da casa faticano a comprendere che stai lavorando davvero. Ecco che il telefono squilla a ogni ora del giorno: tua madre che vuole sapere se e cosa hai mangiato a colazione; la vicina che vuole passare da te per un caffè; l’amico che vuole raccontarti l’ultima disavventura in ufficio; il cugino che vuole invitarti al battesimo del bimbo; l’amica che vuole convincerti a uscire per un aperitivo… tanto, in ogni caso, cosa può succedere? Mica hai un capo che ti controlla o ti licenzia, no? E qui devi entrare in gioco tu, con tutta la tua autorevolezza, ed educare a dovere i tuoi cari, spiegargli come si svolge la tua giornata lavorativa e insegnargli che se non rispondi subito alle loro chiamate vuol dire che in quel momento stai lavorando e li richiamerai non appena possibile.
Ricorda: il telefono può trasformarsi nel più grande fastidio tra le comodità del nostro quotidiano.

  • I SOCIAL MEDIA e LE CHAT

<< Solo un ultimo commento… Ok, condivido questa foto e poi basta… Ops, c’è Marco in chat, gli mando un saluto al volo… Rispondo un attimo al gruppo di Yoga su WhatsApp… Accidenti, chissà perché oggi non riesco proprio a concentrarmi. >> Già, chissà perché? Durante le ore lavorative Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, WhatsApp, Snapchat, Telegram, e la lista infinita dei social media e delle App che scandiscono le nostre giornate, dovrebbero essere utilizzati solo a scopo professionale e in orari prestabiliti in agenda.
Ricorda: i social media o li usi o ti usano.

  • LA FAMIGLIA (animali domestici inclusi)

I bambini che invadono il tuo spazio di lavoro oppure tengono il volume della TV troppo alto; tuo marito che ti reclama per aiutarlo a cercare i calzettoni per la palestra; tua moglie che vuole compagnia per andare a fare la spesa; il cane che abbaia e ti mordicchia le scarpe perché vuole giocare o anticipare la passeggiata al parco. Anche in questi casi sei tu che devi insegnare a tutti i componenti della famiglia a rispettare il tuo lavoro e a non disturbarti se non per le emergenze; ad esempio, potresti spiegargli che prima finisci di lavorare, più tempo avrai da trascorrere insieme a loro.
Ricorda: mettere i “paletti” è necessario per ottimizzare e rendere produttivo il tempo dedicato al business.

Sembra quasi che abbiamo dimenticato cosa vuol dire essere davvero concentrati, immergersi totalmente in un’attività realmente produttiva che ci consente di portare a casa il risultato desiderato. Fermo restando che sei sempre responsabile in prima persona di come investi o sprechi il tuo tempo, la capacità di concentrazione è diversa da persona a persona ma tutti possono imparare a migliorarla.

Vediamo quindi le strategie più efficaci
per eliminare le distrazioni e focalizzarti come un laser.

1. Una cosa alla volta. La strategia più utile in assoluto è proprio focalizzarsi su un’attività alla volta. Ciò ti consente di ridurre lo stress ed essere più produttivo — il massimo risultato, con il minimo sforzo, nel minor tempo possibile — perché non sovraccarichi la mente e una volta completato un task passi al successivo più gratificato e motivato. Infatti, alcune ricerche hanno dimostrato che saltare da un’attività a un’altra non solo diminuisce la produttività ma aumenta anche lo stress perché il nostro cervello fa una gran fatica a concentrarsi e riconcentrarsi continuamente su cose diverse.

2. Chiarisci la tua motivazione. Prima di focalizzarti su una qualunque attività in agenda rispondi a queste domande:
– Perché ho programmato questa attività?
– Qual è il mio obiettivo?
– Quali benefici/vantaggi ne traggo?
– Cosa succede se non la porto a termine?
Queste domande ti aiuteranno ad aumentare la tua motivazione e più sei motivato più sarà semplice mantenere il focus sulle cose da fare.

3. Elimina tutte le distrazioni possibili. Ad esempio, chiudi la porta della stanza in cui lavori, tieni in ordine il tavolo o la scrivania, avvisa le persone in casa che non desideri essere disturbato mentre lavori, disattiva la suoneria del telefono; disattiva le notifiche dei social network, delle chat e della posta elettronica.

4. Concentrati sul qui e ora. Esercitati a mantenere il focus in ogni aspetto della vita. Ad esempio: se stai partecipando alla partita di calcio del tuo bambino cerca di restare concentrato sulla partita, sui dettagli del gioco, sulle sensazioni che stai vivendo e non lasciarti distrarre da fattori esterni; oppure, mentre guidi la tua auto prova a mantenere lo sguardo e i pensieri concentrati solo sulla strada che stai percorrendo; o ancora, durante il pranzo o la cena prova a concentrarti soltanto sul cibo, sui colori degli alimenti, sui sapori che si sprigionano in bocca durante la masticazione. In ogni caso, presta attenzione a quanto tempo riesci a rimanere focalizzato senza distrarti e vedrai che la capacità di concentrazione migliorerà man mano con la pratica quotidiana.

5. Alterna momenti di alta concentrazione a momenti di riposo assoluto. Ci hanno convinto che le pause sono una perdita di tempo e invece oggi gli esperti affermano che fare pausa dopo ogni attività in cui ci siamo impegnati e focalizzati al massimo aumenta la produttività giornaliera. È scientificamente provato che il nostro cervello non è in grado di rimanere concentrato in modo continuativo per tutta la giornata lavorativa. Fare una pausa dopo aver portato a termine ogni attività al cervello di riposarsi e di tornare pronto a concentrarsi di nuovo su altro.

6. Elimina dall’agenda la attività inutili. Se riempi le giornate di mille cose da fare non solo aumenti le distrazioni ma rischi anche di non portare a termine le cose veramente importanti. Anche per le attività extra lavorative, impara ad assegnare le giuste priorità: evita di guardare un programma TV che non ti piace, cambia sport se quello che pratichi non ti fa star bene, non frequentare persone di cui non gradisci la compagnia, insomma fai attenzione al tuo tempo, al tempo che investi in attività produttive ed emotivamente gratificanti e a quello che sprechi in attività inutili, stressanti o addirittura spiacevoli. Tutto ciò che programmi in agenda occupa spazio anche nella tua mente: fare pulizia e ordine nella pianificazione giornaliera ti aiuterà a sgomberare la mente e, di conseguenza, a focalizzarti meglio sulle attività realmente importanti, produttive e da cui trai beneficio.

8. Medita ogni giorno. Abituati dedicare del tempo alla meditazione tutti i giorni. La meditazione favorisce la concentrazione e il mantenimento del focus. Anche se non hai mai meditato, non preoccuparti: in rete si trovano tantissime risorse gratuite di meditazione guidata adatte a tutti e a qualunque tipo di esigenza: per migliorare la concentrazione, per dormire meglio, per aumentare la motivazione, per favorire il pensiero positivo e chi più ne ha più ne metta.

8. Cura l’alimentazione e il riposo notturno. Le cattive abitudini alimentari ti scaricano dal punto di vista energetico e quando ti senti fiacco e stanco non riesci a concentrarti. Impegnati a nutrirti in modo sano ed equilibrato, così da raggiungere uno stato di benessere generale tale da favorire il focus e la concentrazione. Prendi anche l’abitudine di non andare a letto tardi e di non portare con te smartphone, tablet o computer portatile in camera da letto, anzi, evita di utilizzarli almeno mezzora prima di andare a dormire per favorire il sonno.

9. Pianifica la tua giornata la sera prima. Mantenere il focus è più semplice se sai esattamente cosa devi fare dall’inizio alla fine della giornata lavorativa. Se non sai da dove cominciare, se non hai programmato le attività in agenda, con le priorità, orari precisi e le durate, aumenta il livello di stress e cala la concentrazione.

LA DISTRAZIONE È UNO DEI PEGGIORI NEMICI PER IL NETWORK MARKETER: ti rende apparentemente occupato e impegnato in mille cose da fare, ti rende orgoglioso di essere multitasking, quando invece fa scivolare via le tue giornate con una grande quantità di tempo sprecato. Imparare a controllare in cosa poni l’attenzione e a mantenerti concentrato e focalizzato è un processo che richiede pratica e costanza. La distrazione non è altro che un’abitudine che può essere gradualmente sostituita con nuove abitudini in grado di migliorare i risultati del nostro business e la qualità della nostra vita.

Leave a Reply